Caricamento Eventi
  • Questo evento è passato.
14 Mar 2019

Verdi legge Verdi

Un’opera d’eccezione, la pièce Verdi legge Verdi scritta e interpretata del regista, attore e drammaturgo Massimiliano Finazzer Flory, ha debuttato al Teatro Farnese di Parma. In questo nuovo lavoro Massimiliano Finazzer Flory offre una chiave interpretativa originale. Sceglie di esplorare la biografia di Giuseppe Verdi dando voce allo stesso compositore con una selezione di lettere originali dedicate all’Italia, alla musica, alla politica, all’arte, e alle tre passioni di Verdi: Dante, Manzoni e Shakespeare. Di Verdi è nota l’opera della sua musica ma prima del compositore c’è un uomo che scrive, che legge e non ci sarebbe lirica senza scrittura. Verdi che legge Verdi è l’uomo che legge interiormente il compositore, il figlio che cerca il Padre.

Teatro Comunale

Corso Giuseppe Mazzini, 82
Catanzaro, CZ 88100 Italia

Tel 0961 741241

Sito web www.ilcomunalecz.it

Guarda su Google Mappa

Dettagli evento

14 Marzo | 21:00 > 23:00

Organizzatore

AMA Calabria
Telefono: 0968 24580
Email: info@amacalabria.org
Sito internet: www.amacalabria.org

VERDI LEGGE VERDI

Regista e interprete Massimiliano Finazzer Flory

accompagnato al pianoforte dalla pianista giapponese Yuna Saito, dell’Accademia Teatro alla Scala


IN BREVE

Un’opera d’eccezione, la pièce Verdi legge Verdi scritta e interpretata del regista, attore e drammaturgo Massimiliano Finazzer Flory, ha debuttato al Teatro Farnese di Parma. In questo nuovo lavoro Massimiliano Finazzer Flory offre una chiave interpretativa originale. Sceglie di esplorare la biografia di Giuseppe Verdi dando voce allo stesso compositore con una selezione di lettere originali dedicate all’Italia, alla musica, alla politica, all’arte, e alle tre passioni di Verdi: Dante, Manzoni e Shakespeare. Di Verdi è nota l’opera della sua musica ma prima del compositore c’è un uomo che scrive, che legge e non ci sarebbe lirica senza scrittura. Verdi che legge Verdi è l’uomo che legge interiormente il compositore, il figlio che cerca il Padre. Nessun grande uomo può essere privo di un rapporto “fisico” con i suoi libri, le sue letture. Scoprire questo rapporto significa mettere a nudo il personaggio sul lato dell’amore. In Verdi legge Verdi la drammaturgia dunque non dimentica l’amore per I Promessi Sposi ma anche riferimenti ai tre capolavori shakespeariani Macbeth, Otello, Falstaff. Finazzer Flory diventa voce e volto del compositore assumendone le sembianze ma al tempo stesso giocando sull’immaginario incontro tra il Verdi di oggi e il Verdi del passato. Lo spettacolo è un omaggio a uno dei massimi operisti della storia autore di melodrammi che fanno parte del repertorio dei teatri di tutto il mondo.

 

BIGLIETTI E ABBONAMENTI

BOOKLET DELLA STAGIONE