Caricamento Eventi
  • Questo evento è passato.
03 Dic 2022

Discorso sul metodo dell’attor comico

Flavio Oreglio, conosciuto dal grande pubblico per la partecipazione al noto programma Zelig presenta una performance sull’arte del sorriso e le sue implicazioni sociali, politiche, scientifiche e storiche

Teatro Comunale Catanzaro

Corso Giuseppe Mazzini, 82
Catanzaro, CZ 88100 Italia

Tel 0961 741241

Sito web www.ilcomunalecz.it

Guarda su Google Mappa

Dettagli evento

3 Dicembre | 21:00 > 23:00

Organizzatore

AMA Calabria
Telefono: 0968 24580
Email: info@amacalabria.org
Sito internet: www.amacalabria.org

DISCORSO SUL METODO DELL’ATTOR COMICO

di e con Flavio Oreglio

Regia Flavio Oreglio

Produzione CAT Management


IN BREVE

Lezione spettacolo o spettacolo in forma di lezione? A voi la scelta. Il “Discorso sul metodo dell’attor comico” è una performance sull’arte del sorriso e le sue implicazioni sociali, politiche, scientifiche e storiche. Come lo definisce lo stesso autore: “E’ un discorso umoristico sull’emozione del ridere, una sorta di ridere al quadrato”.

Il titolo vuole essere un tributo simultaneo a Cartesio (Discorso sul metodo) e Petrolini (Discorso dell’attor comico) simboli dei grandi amori di Oreglio: scienza/filosofia e cabaret. Due “discorsi” che diventano uno, sia per rendere omaggio ai grandi maestri, sia perché il percorso narrativo dello spettacolo affronta in modo scientifico l’essenza del “ridere”, attraverso l’analisi delle dinamiche possibili per esercitarlo e le motivazioni che spingono i cultori a metterlo in atto.

Ridere è un gioco mentale che ruota attorno all’aprosdoketon, termine greco che significa “inatteso”, “inaspettato”, cioè l’elemento-sorpresa che ne costituisce il meccanismo e l’intima essenza.
Ridere può essere solo un gioco fine a se stesso o può trasformarsi in uno strumento al servizio del libero pensiero. Le regole restano le stesse, gli scopi cambiano. Alla base restano sempre le scelte che un artista fa e le motivazioni sulle quali decide di costruire l’edificio della sua comunicazione.

Come sostiene lo stesso Oreglio: “La satira e l’umorismo non sono altro che vestiti del pensiero, ma non dobbiamo dimenticarci che per vestire il pensiero occorre che un pensiero esista”.

Riflessioni semplici ad ampio spettro dalle quali emergono aspetti curiosi e sorprendenti… Perché senza “sorpresa” non si ride mai.

 

BIGLIETTI E ABBONAMENTI