Caricamento Eventi
  • Questo evento è passato.
14 Ago 2017

Napule è … n’ata storia

D’Abbraccio attrice, cantante, artista con il volto mutevole per ogni personaggio interpretato, con il cuore colmo di gratitudine, porta in scena Napule è… n’ata storia, spettacolo che si presenta sin dal titolo come un omaggio alla città di Napoli e ai suoi grandi Maestri

Abbazia Benedettina

Contrada Terravecchia
Lamezia Terme, CZ 88046 Italia

VEDI LUOGO IN GOOGLE MAPPE

APPUNTAMENTO

14 agosto | 21:30 > 23:00

Organizzatore

AMA Calabria
Telefono: 0968 24580
Email: info@amacalabria.org
Sito internet: www.amacalabria.org

Napule è …n’ata storia
parole e musiche da Pino Daniele, Eduardo De Filippo e autori napoletani del ‘900

con Mariangela D’Abbraccio
e con Musica da Ripostiglio
Luca Pirozzi, Chitarra e voce
Luca Giacomelli, Chitarre elettriche
Raffaele Toninelli, Contrabbasso
Emanuele Pellegrini, Batteria e percussioni
Gianluca Casadei, Fisarmonica

Regia e immagini di Consuelo Barilari

Lo spettacolo è una produzione
“Schegge di Mediterraneo – Festival dell’Eccellenza al Femminile”


TRAMA

L’incontro della “tradizione” di un autore come Eduardo con l’innovazione e la modernità di autori come Pino Daniele o come Giuseppe Patroni Griffi… genera una potenza espressiva e critica che è linfa vitale per un nuovo modo di concepire il Teatro e la Musica. Il dialogo tra i grandi artisti, l’intreccio della poetica di alcuni con la musica e le parole degli altri “innesca” un processo di senso a catena con nuovi significati inarrestabili e profondi, in un’onda continua senza limiti di energia, fino al punto in cui si vorrà spingere il desiderio di emozioni e conoscenza dello spettatore.

Napoli è al centro di questo dialogo: trionfante, densa di significati, di luce, di ombre e contraddizioni. Da questo processo attraverso il corpo e la voce di Mariangela D’Abbraccio e l’esecuzione dal vivo dei cinque musicisti della band Musica da Ripostiglio, tra frammenti e  visioni creati con videoscenografie, contributi video e immagini sulla poetica e la cultura di questa grande città, nasceranno sulla scena nuovi modi di sentire, nuove libertà di espressione e creatività, per un’interpretazione del vocabolario del Dialogo nell’Arte.

“Siamo entrati nella poetica di questi grandi autori con il rispetto e l’amore infinito. Ogni sera con un lavoro di sintesi creativa, in un linguaggio metacognitivo, i più grandi autori napoletani del Novecento tra cui Eduardo e Pino sono evocati in un dialogo tra giganti, nella realtà oggi impossibile. Sulla scena davvero avviene la magia dell’atto generativo della rappresentazione. E noi siamo lì, umili di fronte a tanta grandezza, con la commozione e lo stupore di chi vuole cercare nella tradizione, per scoprire codici e significati nuovi. Io non sono napoletana ma ho scoperto in questa grande città nuova linfa vitale e cultura da cui trarre grandi entusiasmi”. Consuelo Barilari

NAPULE E’…N’ATA STORIA con una tessitura drammaturgica “emozionale” in cui si intrecciano parole, musica e immaginario visivo, ripensa, gli autori per la prima volta uniti, che insieme affondano la loro poesia nelle radici dell’anima napoletana. Tessiture drammaturgiche e arrangiamenti musicali mescolano le tematiche comuni in un unico flusso di emozione, teatro e musica.